Web Content Viewer (JSR 286) 15min

Azioni
Caricamento...

Che cos'è

Il Quadro Strategico Nazionale (QSN), previsto dall’art. 27 del Regolamento generale n. 1083/2006 sui Fondi strutturali dell'Unione europea, è il documento strategico - programmatico che definisce gli interventi e le strategie di politica regionale da attuarsi in Italia nel periodo 2007 - 2013. 
Elaborato congiuntamente dallo Stato centrale e dalle Regioni è lo strumento che inquadra la politica di coesione comunitaria, orientandola alla competitività e agli obiettivi di Lisbona tramite gli strumenti finanziari dell'UE (Fondi strutturali) e quelli nazionali (Fondo per le aree sottoutilizzate - FAS).
Il 16 Luglio 2007 la Commissione europea ha approvato definitivamente il Quadro Strategico nazionale italiano.

Il QSN traduce in indirizzi strategici e operativi quanto Stato centrale e Regioni hanno congiuntamente deciso per dare seguito alla riforma della politica di coesione comunitaria e che determina l’unificazione della programmazione della politica regionale comunitaria con quella della politica regionale nazionale. In questo modo, quindi, gli obiettivi, le priorità, le regole della politica regionale di sviluppo sono stabilite in modo unitario.

La politica regionale comunitaria, a differenza della politica ordinaria, viene finanziata da risorse aggiuntive provenienti, rispettivamente, dal bilancio europeo (Fondi strutturali) e dal bilancio nazionale (fondo di cofinanziamento nazionale ai Fondi strutturali e Fondo per le Aree Sottoutilizzate).

La strategia unitaria per la politica regionale decisa da Stato centrale e Regioni si fonda sulle analisi delle tendenze economico-sociali, dello stato complessivo del contesto dei territori e dei principali elementi di scenario a medio - lungo termine, sugli estesi approfondimenti effettuati nella fase di impostazione strategica preliminare, sullo schema concettuale e sulle principali lezioni e apprendimenti che vengono dalla valutazione e dall’esperienza 2000 - 2006.

Quadro Strategico Nazionale

Documento PDF - 2,25 MB

09/10/2018