Web Content Viewer (JSR 286) 15min

Azioni
Caricamento...
Euro

Organismo Pagatore Regionale: chi siamo

L'Organismo Pagatore Regionale (OPR) è la struttura, interna alla Regione Lombardia, che si occupa del pagamento degli aiuti previsti dalla Politica Agricola Comune (PAC) dell’Unione Europea alle aziende agricole lombarde. 
L’OPR, istituito nell’estate 2001, è stato autorizzato ad operare dalla Commissione Europea (CE) nel novembre dello stesso anno. Effettua i pagamenti a favore degli agricoltori lombardi dal 2002.

Le attività
L’obiettivo delle attività dell’OPR consiste nel pagare gli aiuti della PAC alle imprese agricole che operano in Lombardia, secondo le modalità e la tempistica stabilite dalla CE; ciò significa garantire che i pagamenti avvengano correttamente, siano cioè esatti, tempestivi e a favore degli aventi diritto. I pagamenti che effettua l’OPR riguardano gli aiuti finanziari previsti per realizzare la PACsul territorio regionale; il finanziamento della PAC viene garantito da due fondi comunitari, il FEAGA (Fondo Europeo Agricolo di Garanzia) e il FEASR (Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale).

L’OPR definisce le regole operative e i tempi per la presentazione delle domande di aiuto, per il loro trattamento e controllo e per il loro pagamento. Opera tramite i propri uffici interni e avvalendosi del supporto di diversi soggetti esterni, che svolgono, per conto dell’OPR, alcune attività sul territorio. Il trattamento delle domande e la gestione dei pagamenti sono effettuati, dall'OPR e dai soggetti di cui esso si avvale, tramite il Sistema informativo agricolo della Regione Lombardia (SIARL).

L’organizzazione interna 
L’OPR dispone di una struttura articolata in uffici, che svolgono le seguenti funzioni:

  • autorizzazione e controllo dei pagamenti, per fissare l'importo da erogare al richiedente, conformemente alla normativa comunitaria;
  • esecuzione dei pagamenti, per erogare al richiedente l’importo autorizzato, tramite la Tesoreria regionale;
  • contabilizzazione dei pagamenti, per registrare tutti i pagamenti effettuati nei conti dell’OPR e per preparare le sintesi periodiche di spesa destinate alla CE.

L’organizzazione degli uffici garantisce la separazione delle tre funzioni ed è completata da:

  • servizio tecnico, che definisce le procedure di gestione e di controllo (amministrativo e tecnico) delle domande di aiuto ed integra, con le proprie verifiche, l’attività di autorizzazione dei pagamenti;
  • servizio di audit interno, che accerta il corretto funzionamento del sistema dei controlli e la conformità delle procedure adottate  all’OPR alla normativa comunitaria; il servizio è indipendente e riferisce al Direttore dell’OPR.

L’assetto organizzativo dell’OPR è sinteticamente rappresentato nell’organigramma allegato, che riporta l’articolazione degli uffici e i nominativi dei responsabili e dei referenti operativi.

I soggetti che supportano l’OPR
Per svolgere in modo efficace e tempestivo le attività di competenza, l’OPR si avvale di numerosi soggetti, il cui personale opera per conto e su indicazione delle disposizioni impartite dagli uffici dell’OPR. La collaborazione con questi soggetti è regolata da precisi accordi (protocolli d’intesa e convenzioni), attraverso i quali vengono delegate specifiche attività; l’OPR monitora e controlla in modo costante tali attività delegate.

Sono Organismi Delegati dall’OPR:

  • le Province,
  • le Comunità Montane,
  • i Centri di Assistenza Agricola (CAA).

Le Province curano la raccolta e la verifica di ammissibilità delle domande di aiuto del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) e delle Organizzazioni Comuni di Mercato (OCM), controllano gli impegni assunti dai beneficiari e gli interventi da questi realizzati e propongono all’OPR la liquidazione degli aiuti per le domande risultate conformi alle normative di riferimento.

Le Comunità Montane svolgono analoghe attività, limitatamente ad alcune misure del PSR nei territori di montagna.

I CAA si occupano prioritariamente della raccolta delle Domande Uniche di Pagamento (DUP), di cui verificano la ricevibilità e supportano il richiedente nel correggere eventuali anomalie accertate dai controlli dell’OPR. Sono inoltre i soggetti incaricati di gestire i fascicoli aziendali, la loro costituzione e il loro periodico aggiornamento.

Collaborano con l’OPR anche diversi uffici della Regione:

  • le Sedi Territoriali (STER), presenti in ciascuna provincia, che supportano il Servizio Tecnici dell’OPR nello svolgimento dei controlli di 2° livello;
  • gli uffici degli Assessorati Agricoltura e Sistemi verdi e Paesaggio, che collaborano nella gestione e nel controllo delle domande di contributo di talune misure del PSR;
  • i Servizi Veterinari e l’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente (ARPA), che assistono l’OPR nell’effettuazione dei controlli per la condizionalità e delle analisi dei residui degli agrofarmaci.

19/10/2018